العربية简体中文NederlandsEnglishFrançaisDeutschItaliano日本語PortuguêsРусскийEspañol
menù

(+39) 081 552.31.48

contatti@arteferrigno.it

Via san Gregorio Armeno, 8 - 80128 Napoli ITALY

Il significato del corno portafortuna

Il significato del corno portafortuna

Il corno portafortuna

Il corno portafortuna è uno degli oggetti più acquistati a Napoli, ma è anche l’oggetto presente in quasi tutte le case dei napoletani. I napoletani, si sa, sono scaramantici e in città vige la legge “non è vero, ma ci credo”. Per questo motivo è quasi impossibile non avere qualcosa, un accessorio, un amuleto in grado di allontanare il malocchio o tutte le energie negative.

Il corno portafortuna è da sempre conosciuto come simbolo di Napoli e di buon auspicio: viene acquistato dai turisti in visita nella città partenopea, i quali non possono certo andare via senza l’amuleto partenopeo. Il colore principale del corno portafortuna è il rosso, anche se oggi assistiamo a diverse sue declinazioni di colore.

Le origini del corno portafortuna

Molti di voi si saranno chiesti da dove derivi forma particolare del famoso corno portafortuna. La sua struttura, a pensarci bene, ricorda molto una forma fallica e, indovinate, la sua tradizione è davvero secolare.

La leggenda vuole che che il corno rappresenti il fallo di Priapo (Dio della Prosperità), che per i greci era la divinità invocata

per allontanare la cattiva sorte.  Da questa leggenda deriva in un secondo momento il culto di accarezzare corni o peperoncini come simbolo di fortuna.

Priapo, nella iconografia classica, viene raffigurato come un uomo basso e barbuto, ma dotato di un grande pene sempre eretto e dal colore rosso intenso. Il colore rosso è stato attribuito al forte afflusso di sangue ai genitali. Possiamo vedere alcune raffigurazioni bronzee e non solo del Dio della prosperità sia nell’antica Grecia sia nell’ antica Roma.

La domanda che molti si stanno chiedendo sarà di sicuro: perchè proprio Priapo? Questa divinità era allora conosciuta e pregata in quanto dio della fertilità, della ricchezza e dell’abbondanza e molti agricoltori collocavano le sue statue proprio all’interno dei loro campi o giardini per augurare prosperità e un fiorente raccolto.

Tuttavia altre leggende dicono che il corno fosse collegato alla figura del Dio Zeus il quale, alla morte di Amaltea, ninfa dalle sembianze di una capra che ebbe cura di lui, omaggiò la ninfa con una cornucopia realizzata con le sue stesse corna.

Cosa dice la tradizione napoletana del corno portafortuna?

La tradizione classica napoletana vuole che il corno portafortuna vada sempre regalato e mai acquistato per se stessi. In tal caso la buona sorte potrebbe non essere assicurata. Se la punta si dovesse rompere, la leggenda dice che il corno abbia assorbito tutte le energie negative fino ad arrivare alla sua rottura. In tal caso l’oggetto ha adempiuto al suo compito fino ad esplodere e spezzarsi ed è quindi pronto per essere sostituito.

 

 

 

Start typing and press Enter to search

Shopping Cart

Nessun prodotto nel carrello.