العربية简体中文NederlandsEnglishFrançaisDeutschItaliano日本語PortuguêsРусскийEspañol
menù

(+39) 081 552.31.48

contatti@arteferrigno.it

Via san Gregorio Armeno, 8 - 80128 Napoli ITALY

Via San Gregorio

Via San Gregorio Armeno (per i napoletani via San Liguoro) e’ popolare e nota in tutto il mondo per la presenza di antiche e caratteristiche botteghe dove gli artigiani locali esprimono la loro arte attraverso la realizzazione di pastori e presepi, vere e proprie opere d’arte oggetto d’attenzione e richiamo di folla da tutto il mondo .
Qui tutto l’anno vengono lavorate artigianalmente le statuette in argilla e/o terracotta, che dovranno poi essere utilizzate per popolare il presepio napoletano, che, per tradizione le famiglie napoletane preparano all’ inizio del mese di Dicembre e ripongono dopo l’Epifania. A volte in molte case viene costruito artigianalmente , comprando il sughero e la carta che modellano sopra una rudimentale struttura di legno.

San Gregorio Armeno
La strada dei presepi
Il Presepe

Quella del presepio e’ un’arte antica e rappresenta tutta la popolazione napoletana, innestando, in una scenografia montanara, oltre ai personaggi della nativita’ tra grotte e ruscelli, anche quelli della vita civile quotidiana: il pescivendolo, l’oste, il pizzaiolo, il castagnaro, l’impagliatore di sedie, l’acquafrescaio, e altri bottegai. A volte vengono anche riprodotti personaggi contemporanei che in quel particolare momento hanno attratto maggiormente l’ attenzione pubblica oltre che gli attori della tradizione comica napoletana. Tra quest’ultimi un posto privilegiato spetta a Eduardo De Filippo, grande drammaturgo e protagonista delle commedie napoletane. Eduardo viene raffigurato intento a costruire e contemplare il suo presepio in “Natale in Casa Cupiello” , forse la sua opera piu’ amata da tutti.

E’ proprio Eduardo De Filippo ha portato nel mondo con questa commedia e con la sua ossessiva domanda <te piace o’ presepio ?>, la diffusione di tale antica tradizione, facendo conoscere altresi’ agli italiani le loro origini (che nulla hanno a che fare con i nordici alberi di natale).

Tuttavia ha assunto il ruolo di spirito protettore dei pastorai, divenendo il personaggio maggiormente riprodotto.

Con la colla e il martello in mano, lo scialle di lana sulle spalle, ancora in pigiama, appena alzato dal letto, si accinge ad ottemperare al suo primo pensiero, alla sua grande passione: il Presepio. Naturalmente, fra tutti i personaggi raffigurati, non puo’ mancare San Gennaro, il santo patrono di Napoli, che in via San Gregorio Armeno e’ molto venerato .

Start typing and press Enter to search

Shopping Cart

Nessun prodotto nel carrello.